Italian Baja 2016

Campionato mondiale FIA Cross Country Rally


L’Italian Baja 2016, campionato del mondo FIA Cross Coutry Rally, conferma anche per il 2016 il mese di giugno.
Appena arrivati in prova, la mattina presto, le temperature sono decisamente alte.
Decidiamo anche questa volta di andare alla cosiddetta “Fangaglia estiva”: si tratta di risalire contro-prova la speciale parcheggiando al Valvadrom. Il percorso non è lungo, ma il caldo riesce a renderlo decisamente impegnativo. Giunti sul posto ci rendiamo conto che c’è tantissima gente già appostata e optiamo per dividerci. Io mi apposto all’uscita del guado, mentre i miei amici si spingono più avanti…mai visto così tanto pubblico ! Per fortuna tutti riusciamo a trovare delle buone postazioni fotografiche in sicurezza.

italian baja 2016 VASILYEV VLADIMIR

VASILYEV VLADIMIR- ZHILTSOV KONSTANTIN, BMW X3, Italian Baja 2016

italian baja 2016 Menzies Bryce, Mini all4 racing

MENZIES BRYCE – COLSOUL TOM, MINI ALL4 RACING, Italian Baja 2016

ALRAJHI YAZEED, Mini, Italian Baja 2016

ALRAJHI YAZEED – GOTTSCHALK TIMO, MINI ALL4 RACING, Italian Baja 2016

Italian Baja 2016, Nasser al attiyah

AL ATTIYAH NASSER – BAUMEL MATHIEU, FRA TOYOTA HILUX OVERDRIVE, Italian baja 2016

Italian Baja 2016, toyota hilux overdrive

DABROWSKI MAREK – CZACHOR JACEK ,TOYOTA HILUX OVERDRIVE

Prima prova speciale:

Inizia lo spettacolo… Il rombo del motore fra gli alberi e l’elicottero, preannunciano l’arrivo dei primi.
Fango, acqua e polvere invadano la scena al passare dei concorrenti. Le scene sono le solite: pubblico in delirio e fotografi che corrono da una parte all’altra. Qualcuno lo vedi andare in una direzione bello pulito e ritornare dopo un po completamente infangato. I bolidi del Baja non perdonano !
Nasser Al  Attiyah, Vladimir Vasilyev, Yazeed Alrajhi, Boris Gadasin, Elvis Borsoi, Lorenzo Codecà… Ci sono grandi nomi come sempre.

Italian Baja 2016, Martins

MARTINS ALEJANDRO – MARQUES JOSÉ, TOYOTA HILUX, Italian Baja 2016

italian baja 2016, codecà lorenzo

CODECÀ LORENZO – FEDULLO BRUNO, SUZUKI GRAND VITARA 6V, Italian Baja 2016

Italian baja 2016 Borsoi

BORSOI ELVIS- MANFREDINI PAOLO, TOYOTA TOYODELL

Italian Baja 2016 Cinotto Michele, Audi Titano

CINOTTO MICHELE – ZINI FULVIO, AUDI TITANO

Italian Baja 2016, Nissan

ABDULLA ADEL – POLATO JEAN MICHEL, NISSAN PATROL Y62, Italian Baja 2016

Italian Baja 2016

PIEC TOMASZ – PROCHACKI GABRIEL, NISSAN NAVARA D40

Italian Baja 2016, Ford Raptor

KAZBERUK JAROSłAW – SZUSTKOWSKI ROBERT, FORD RAPTOR, Italian Baja 2016

NOVAK DARIJ - PELJHAN DARKO, VW AMAROK, Italian Baja 2016

NOVAK DARIJ – PELJHAN DARKO, VW AMAROK, Italian Baja 2016

Finito il primo passaggio ci spostiamo con calma verso il Valvadrom. Tempo per una bibita fresca, ombra e per organizzare il prossimo giro (fa caldo, non so se si era capito…)
Tempo anche per incontrare la prima volta anche il fotografo Riccardo Carbone, amico conosciuto su Internet e mai visto di persona. Gran piacere di averlo visto.

Secondo giro di giornata

Elaboriamo l’idea di spostarci in macchina per il secondo giro sul greto del Torrente Cosa vicino a Piovesano. Grande idea. Sotto il ponte della statale c’è un po di ombra che permette a chi era più stanco di riposarsi al fresco. Io ci resto un po ma poi decido di spostarmi più a monte. Grande idea dal punto di vista fotografico…molto meno per il tremendo caldo che ho patito sul bianco greto del fiume senza un filo d’ombra.
Aspettando i concorrenti ho approfittato più volte della frescura del torrente.

VASILYEV VLADIMIR, Italian Baja 2016

VASILYEV VLADIMIR- ZHILTSOV KONSTANTIN, BMW X3, Italian Baja 2016

ALRAJHI, Italian Baja 2016

ALRAJHI YAZEED – GOTTSCHALK TIMO, MINI ALL4 RACING, Italian Baja 2016

Italian Baja 2016

ALRAJHI YAZEED – GOTTSCHALK TIMO, MINI ALL4 RACING, Italian Baja 2016

TOYOTA HILUX OVERDRIVE, Italian Baja 2016

DABROWSKI MAREK – CZACHOR JACEK ,TOYOTA HILUX OVERDRIVE, Italian Baja 2016

GAIG JORD, Italian Baja 2016

GAIG JORDI – ASTUDILLO ALEIX, MINI ONE

Dopo i primi passaggi inoltre vedo ancora più in lontananza un punto spettacolare. Le vetture entrano in un piccolo guado infossato ed uscendo schizzano letteralmente in aria. Faccio uno sforzo e cerco di arrivarci più velocemente possibile…fatica meritata. Spettacolo incredibile.

Italian Baja, Oliveira

RIBEIRO DE OLIVEIRA HELDER SIMAO – PINHEIRO CARDOSO MARINHO VALTER ANGELO, NISSAN PATHFINDER LR50

Italian Baja 2016, Oliveira

RIBEIRO DE OLIVEIRA HELDER SIMAO – PINHEIRO CARDOSO MARINHO VALTER ANGELO, NISSAN PATHFINDER LR50

CASUNEANU COSTEL - ZANI MAURILIO, CCX PROTO I, Italian Baja 2016

CASUNEANU COSTEL – ZANI MAURILIO, CCX PROTO I, Italian Baja 2016

NAVARRO FREIXAS SANTIAGO - NAVARRO MANOLO, MITSUBISHI PAJERO, Italian Baja 2016

NAVARRO FREIXAS SANTIAGO – NAVARRO MANOLO, MITSUBISHI PAJERO

BORSOI ELVIS- MANFREDINI PAOLO, TOYOTA TOYODELL, Itailan Baja 2016

BORSOI ELVIS- MANFREDINI PAOLO, TOYOTA TOYODELL, Itailan Baja 2016

Italian Baja 2016

SAZONOV JURI – TSYRO DIMITRI, FORD RANGER

Italian Baja 2016

SAZONOV JURI – TSYRO DIMITRI, FORD RANGER, Italian Baja 2016

Italian Baja 2016, AL ATTIYAH KHALIFA

AL ATTIYAH KHALIFA SALEH – PANSERI XAVIER, TOYOTA HILUX OVERDRIVE, Italian Baja 2016

Italian Baja 2016

AL ATTIYAH KHALIFA SALEH – PANSERI XAVIER, TOYOTA HILUX OVERDRIVE, Italian Baja 2016

Passati i primi concorrenti però, visto che la minor velocità di quelli che seguono non li fa più saltare in aria, decido di tornare all’ombra del ponte. Sono stremato dal caldo e non c’è la faccio più ma sono soddisfatto delle immagini che ho realizzato. Quest’anno l’avventura al Italian Baja si conclude così. Il giorno dopo alzo bandiera bianca, non ho le forze per ritornarci da Trieste.

Le Classifiche:

Per quanto riguarda la competizione in se,  Nasser Al Attiyah a bordo della sua  Toyota Hilux Overdrive vince il “Memorial Azzaretti” del venerdì sera.
Nelle due giornate di gara successive, lo stesso Nasser ha inizialmente accusato problemi di pressione a causa della troppa acqua. Nessuno ha però potuto fermare la sua rimonta nelle prove successive nei confronti del russo Vasilyev con la Bmw e del Saudita Yazeed Al Rajhi.